Borse di Studio OnLine
offerte ai cittadini italiani da Paesi stranieri ed Organizzazioni internazionali

Pagina iniziale

Borse di Studio offerte ai cittadini italiani da Paesi stranieri ed Organizzazioni internazionali

A.A. 2015-2016

 

Il Ministero degli Affari Esteri comunica che per l'anno accademico 2015-2016 vari Stati esteri ed alcune Organizzazioni Internazionali offrono ai cittadini italiani borse di studio utilizzabili per seguire corsi presso Università o Istituti superiori stranieri (statali o legalmente riconosciuti), per effettuare ricerche presso archivi, centri culturali, biblioteche, laboratori e per seguire corsi di lingua presso centri specializzati.

N.B. : Si  segnala che per alcuni Paesi ed Organizzazioni Internazionali le domande devono essere inoltrate, come specificato nei relativi bandi, esclusivamente agli Uffici indicati nella relativa scheda.

 

Borse di studio offerte dai Paesi dell'Unione Europea
Per le borse di studio offerte dai Paesi dell'Unione Europea possono concorrere i cittadini italiani e gli studenti, i laureandi, i laureati ed i ricercatori presso Università italiane aventi cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea.  

Borse estive
Le borse di studio estive, di cui al presente Bollettino, si intendono generalmente riferite all'estate dell'anno 2015.

 

1) CHI PUO' PRESENTARE DOMANDA (Titoli di studio e limiti di età)

Le borse di studio sono generalmente riservate, salvo quando diversamente specificato, a laureati in qualsiasi disciplina e ad artisti diplomati che non abbiano superato i limiti d'età eventualmente indicati dagli Stati esteri e dalle Organizzazioni Internazionali offerenti, alla data da questi stabilita quale termine ultimo per la presentazione della domanda. Si richiede il possesso di titoli di studio italiani rilasciati da Università o Istituti a livello universitario, statali o legalmente riconosciuti, ovvero titoli di studio riconosciuti equivalenti in base agli accordi bilaterali in materia nonché quelli conseguiti negli Stati Membri dell'U.E. e riconosciuti per effetto di procedure ai sensi della Legge 11 luglio 2002, n. 148, e successive modificazioni e integrazioni.

Ai sensi della vigente normativa (Legge 4 gennaio 1968 n. 15, Legge 15 marzo 1997 n. 127, DPR 20 ottobre 1998 n. 403), i titoli e gli attestati dichiarati devono essere autocertificati.

 

2) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI BORSA ON LINE  

La procedura on line interattiva adottata dallo scorso anno per la presentazione delle candidature alle borse in questione, permette di snellire le procedure da seguire e velocizzare la presentazione delle candidature stesse.

Per compilare la domanda segui le seguenti istruzioni:

a) Clicca sulla voce di menù (in alto) Accesso al sistema. Se non sei ancora registrato, vai alla pagina di registrazione ed inserisci un indirizzo e-mail valido, una login ed una password a tua scelta. Riceverai all'indirizzo e-mail da te indicato il link per attivare il tuo account. Da questo momento in poi potrai accedere alle pagine di candidatura, sempre mediante la pagina di Accesso al sistema.

b) Compila il Modulo e carica un documento in corso di validità (passaporto o carta d’identità) digitalizzato nell'apposito spazio on line . Potrai accedervi, integrare e stampare i dati inseriti, in qualsiasi momento, fino alla scadenza del termine di presentazione delle domande. Cliccando sul comando Salva in bozze, i dati che avrai inserito verranno memorizzati dal sistema in attesa di essere integrati e completati negli accessi successivi.

  c) Quando riterrai la tua domanda completa, potrai inviarla, entro la scadenza prevista, cliccando sul comando Invia domanda definitiva . Riceverai una notifica di avvenuta ricezione al tuo indirizzo di posta elettronica. Potrai sempre accedere alla domanda on line , ma – attenzione! - non potrai più modificarla .

Ripetendo tale procedura, con il medesimo account potrai candidarti per differenti tipologie di borse di studio offerte dallo stesso Paese o da Paesi diversi.

d) Stampa una copia della domanda definitiva, che dovrà essere debitamente firmata.

e) Solo se espressamente richiesto nella scheda del Paese che offre le borse, invia la domanda cartacea in originale all' Ambasciata del Paese offerente le borse di studio alle quali ti candidi, di cui troverai l'indirizzo nella scheda relativa al Paese stesso inserita alla voce “Elenco dei Paesi offerenti”. La domanda cartacea in originale dovrà essere corredata delle lettere di presentazione firmate dai docenti che sostengono la candidatura.

Prima di trasmettere detta domanda, si consiglia di verificare se l'Ambasciata interessata richieda o meno copia dei titoli dichiarati, solo in caso positivo è necessario allegare detti titoli alla domanda.

N.B.: Le candidature per il Collegio d'Europa seguono una procedura diversa, per la quale si rimanda al Bando “Collegio d'Europa” pubblicato anch'esso in “ Elenco Paesi e Istituzioni offerenti ”. Si fa presente che nessuna Ambasciata è coinvolta nel processo di accoglimento della documentazione e di selezione dei candidati par tale Istituto.

 

3) DICHIARAZIONI E DOCUMENTI RICHIESTI  

Cursus studiorum

È indispensabile possedere un ottimo “cursus studiorum”. Conoscere, ove richiesto, le lingue ufficiali dei Paesi prescelti ed essere in grado di realizzare il piano di studi nella lingua richiesta dai rispettivi Stati o dalle Organizzazioni Internazionali offerenti.

Programma di studio

Ove previsto dalle disposizioni degli Stati esteri e delle Organizzazioni Internazionali offerenti, i candidati dovranno allegare il progetto di ricerca e precisare il numero dei mesi ritenuti necessari per lo svolgimento del piano di studi, indicando il periodo in cui preferirebbero recarsi all'estero. Per eventuali ulteriori informazioni, si consiglia di rivolgersi alle Rappresentanze diplomatiche, alle Istituzioni culturali in Italia degli Stati esteri o alle Organizzazioni Internazionali interessate o consultare i rispettivi siti Internet.

Lettere di presentazione

Qualora espressamente richiesto dal bando del Paese o istituzione offerente, i candidati dovranno allegare (v. punto 2, lettera e) due lettere di presentazione (di data recente) formulate da docenti universitari (o, per gli artisti, anche da parte di personalità affermate nel campo delle arti) che esprimano un giudizio motivato sulla preparazione dell'interessato, sulla validità del programma di studio (o di ricerca) e sulla necessità che tale programma venga attuato nel Paese estero o presso l'Organizzazione Internazionale offerente.
Tali lettere devono essere tradotte in inglese o in francese o in altre lingue solo se espressamente richiesto dalle Autorità offerenti.
Solo per gli artisti e solo ove richiesto, i candidati presenteranno saggi delle loro opere (fotografie, registrazioni su nastro, ecc.) esclusivamente all'Ambasciata del Paese offerente.

Dichiarazione di accettazione dell'Istituzione ospitante

Per alcuni Paesi è richiesta obbligatoriamente una dichiarazione di accettazione del candidato da parte dell'Istituzione universitaria o culturale presso cui dovrà essere svolta la ricerca. Laddove tale dichiarazione non sia obbligatoria, la sua presentazione può costituire comunque titolo preferenziale.

Attestato di conoscenza delle lingue straniere

Solo qualora esplicitamente richiesto nel Bando del Paese o dell'Istituzione offerente, i candidati dovranno allegare alla domanda stampata di cui al punto 2, lettera e, un attestato su carta dell'Università, rilasciato da lettori o docenti della lingua in cui verranno svolti gli studi, che ne comprovi la conoscenza parlata e scritta da parte del candidato; oppure un diploma o un attestato di frequenza a corsi di lingua, rilasciato da Istituti qualificati, dal quale si evinca il profitto conseguito. Alcuni Stati prevedono anche lo svolgimento di un colloquio per l'accertamento del grado di conoscenza della lingua straniera da parte dell'aspirante alla borsa.
Sono esentati dal presentare tale attestato i laureati, i laureandi e gli studenti di facoltà che prevedano nel piano di studi la lingua straniera richiesta per l'intero corso di laurea.

Corsi estivi

Per le domande ai corsi estivi di perfezionamento nelle lingue straniere, non è richiesto alcun programma di studio.

 

4) Competenze del Ministero Affari Esteri

1) Le domande saranno esaminate da Commissioni Miste composte da rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri, da rappresentanti degli Stati offerenti e, ove necessario, da esperti nelle varie discipline.
A conclusione dei lavori il Ministero degli Affari Esteri, tramite una e-mail, comunicherà agli interessati l'esito della selezione (proposto/a, riserva o non selezionato/a).

2) Le procedure e gli atti delle Commissioni Miste non rientrano nell'ambito di applicazione della Legge 7 agosto 1990 n. 241 sui procedimenti amministrativi, ai sensi del Decreto 7 settembre 1994 n. 604. Il giudizio delle Commissioni è pertanto insindacabile.

 

5) Competenze delle Ambasciate straniere in Italia

1) Le Ambasciate dei Paesi offerenti informeranno i candidati “proposti vincitori” dell'eventuale ulteriore documentazione da produrre e dell'esito definitivo della loro candidatura.

N.B .: La mancata presentazione dei titoli dichiarati in sede di domanda determina l'esclusione del “ proposto vincitore”.


E' bene tener presente che avranno la preferenza coloro che non hanno mai usufruito di borse di studio concesse dallo Stato in cui desiderano recarsi. Chi nei due anni accademici precedenti abbia già beneficiato di borse di studio ha facoltà di ripresentare domanda per studi del medesimo genere o per lo stesso Paese ma la sua candidatura verrà presa in esame solo in via subordinata rispetto a quella di candidati che non ne hanno mai usufruito.

2) Le assegnazioni definitive spettano alle competenti Autorità dello Stato o dell'Organizzazione Internazionale offerente. Si precisa che alla proposta avanzata dalla Commissione Mista può non corrispondere l'assegnazione definitiva di una borsa di studio poiché le Autorità offerenti hanno la facoltà di ridurre i contingenti delle borse, procrastinarne l'utilizzazione o revocare quelle eventualmente già concesse.

 

6) ADEMPIMENTI DEI VINCITORI  

PRIMA DELLA PARTENZA

a) Conferma dell'accettazione

I vincitori a cui sia stata notificata dall'Ambasciata straniera l'assegnazione definitiva della borsa devono confermare per iscritto (anche via e-mail) la loro accettazione alla Rappresentanza in Italia dello Stato o all'Organizzazione Internazionale offerente e, per conoscenza, al Ministero degli Affari Esteri. Coloro che per gravi e comprovate cause di forza maggiore rinunciano alla borsa di studio già assegnata, dovranno darne tempestiva comunicazione scritta all'Ambasciata del Paese o all'Organizzazione Internazionale offerente e al Ministero degli Affari Esteri – DGPCC Ufficio VI – in modo che si possa procedere alla nomina del candidato di riserva. Il vincitore che ometta di comunicare la propria rinuncia, ovvero ne dia comunicazione troppo tardi per consentire l'avvicendamento con un altro candidato, non potrà ripresentare domanda di borsa di studio l'anno successivo.

 

b) Utilizzo della borsa

Si ricorda che il periodo dello svolgimento della borsa, nonché la sua durata, sono stabiliti dalle Autorità straniere. Si raccomanda, pertanto, di non richiedere spostamenti della decorrenza della borsa ottenuta.

 

c) Assicurazione infortunistica e sanitaria -TEAM (ex-modello E111 )

Si raccomanda ai vincitori della borsa di studio di verificare la copertura assicurativa con l'Ambasciata del Paese offerente. Qualora non sia diversamente previsto da accordi, protocolli, regolamenti e/o convenzioni bilaterali internazionali, gli assegnatari di una borsa di studio devono munirsi di un'adeguata copertura sanitaria quando si recano all'estero. Chi si reca in uno degli Stati dell'Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, deve obbligatoriamente portare con sé la Tessera Sanitaria , ossia Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM).  I Paesi presso i quali è valida la TEAM sono: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Slovenia, Spagna , Svezia, Svizzera, Ungheria.

d) Spese di viaggio

Si fa presente che le spese di viaggio per e dal Paese ospitante sono, di norma, a carico degli assegnatari della borsa di studio.

 

e) Viaggiare Sicuri

Si consiglia di consultare sempre il sito http://www.viaggiaresicuri.it/ curato dall'Unità di Crisi del MAE, dove sono pubblicati i più recenti “avvisi particolari” concernenti ogni Paese di destinazione.

f) Dove siamo nel mondo  

Si consiglia altresì di registrarsi presso il sito https://www.dovesiamonelmondo.it/ .
Grazie alla registrazione del tuo viaggio, infatti, l'Unità di Crisi del MAE può stimare in modo più preciso il numero dei connazionali presenti in aree di crisi, individuarne l'identità e pianificare gli interventi di assistenza qualora sopraggiunga una grave situazione d'emergenza.

 

SUCCESSIVAMENTE ALLA PARTENZA

 

a) Segnalazione all'estero

All'inizio del soggiorno all'estero, è opportuno che i borsisti segnalino la propria presenza alla Rappresentanza diplomatico-consolare italiana e/o all'Istituto Italiano di Cultura territorialmente competenti. I relativi indirizzi sono reperibili sul sito: http://www.esteri.gov.it/ > Rappresentanze diplomatiche > Ambasciate e Consolati.

b) Interruzione della borsa di studio

In caso di interruzione degli studi, i borsisti saranno tenuti a restituire alle Autorità competenti le mensilità che eventualmente fossero state loro corrisposte anticipatamente.

 

 

AL RIENTRO IN ITALIA

Relazione sugli studi compiuti e attestato

I vincitori potranno inoltre richiedere alle competenti Istituzioni dello Stato straniero o dell'Organizzazione Internazionale offerente l'attestato relativo all'utilizzo della borsa di studio, con specifica indicazione del giorno, mese ed anno di inizio e termine della stessa.

Sarà cura degli interessati completare il documento con una traduzione conforme rilasciata dalla locale Rappresentanza diplomatica italiana.

Ai fini del riconoscimento del titolo di studio (ad esempio laurea) eventualmente ottenuto grazie ad una borsa di studio, gli interessati dovranno rivolgersi alla nostra Rappresentanza all'estero per ottenere la “ Dichiarazione di valore in loco”.

 

NON E' CONSENTITO L'UTILIZZO DI CARATTERI NON LATINI (come ad esempio arabi, cirillici, ideogrammi, etc.)


 

Ora puoi accedere al sistema cliccando la voce Accesso al sistema nella parte superiore di questa pagina. Buona candidatura !
Contattaci | Access Keys | Credits | © 2014 Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale